L’abisso della tradizione. Su “Dalla cripta” di Michele Mari

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Critica, Letteratura

Michele Mari è nato romanziere, è cresciuto romanziere e morirà romanziere – complesso e barocco, per giunta. Per questo, ha sempre considerato le sue Cento poesie d’amore a Ladyhawke (Einaudi, 2007), quell’unicum in versi così estraneo rispetto alla sua produzione “classica” e così insta-friendly nella brevità dei suoi componimenti; il suo libro peggiore, una sorta di […]

La pura superficie e la cruda verità. Note su Guido Mazzoni

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Critica, Letteratura

Càpitano, a volte, incontri letterari folgoranti. A me succede, in media, a cadenza biennale: passano cioè due anni in cui leggo vari libri brutti, alcuni inutili, molti validi, pochi bellissimi; finché non arriva quel libro, il libro. L’ultimo di questi incontri è avvenuto come sempre per caso, circa un mese fa, e il libro in […]

Black Mirror 4: il museo nero del futuro

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in Serie Tv

Black Mirror è tornato. A sei anni da quando siamo entrati per la prima volta nel magico mondo ideato da Charlie Brooker, assistendo a un rapporto sessuale tra il primo ministro britannico e un maiale, e a più di un anno da quando lo abbiamo lasciato l’ultima volta in balia di api-drone assassine, la quarta […]