L’abisso della tradizione. Su “Dalla cripta” di Michele Mari

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Critica, Letteratura

Michele Mari è nato romanziere, è cresciuto romanziere e morirà romanziere – complesso e barocco, per giunta. Per questo, ha sempre considerato le sue Cento poesie d’amore a Ladyhawke (Einaudi, 2007), quell’unicum in versi così estraneo rispetto alla sua produzione “classica” e così insta-friendly nella brevità dei suoi componimenti; il suo libro peggiore, una sorta di […]

Il cattivo non è sempre l’orso

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Critica, Letteratura

Se la letteratura scandinava è sempre stata messa alla periferia del canone europeo, allora con questo libro ci troviamo alla periferia della periferia. Cucinare un orso (2018) costituisce una nuova affascinante tappa del viaggio guidato da Iperborea alla scoperta delle letterature del nord, da troppo tempo ingiustamente ignorate ma che negli ultimi anni stanno – […]

Perdersi nell’Artico per trovare se stessi: I fucili e The Terror

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Critica, Letteratura, Serie Tv

C’è qualcosa che si annida nell’Artico. Alcuni lo chiamano Tunbaaq, ciclopico e scimmiesco orso a metà tra la zoologia e il soprannaturale, felice divoratore di uomini; per altri ha nome Sedna, dea della fertilità e dell’abbondanza, benevola e vendicativa, che elargisce il proprio corpo di donna per ogni pagliuzza brillante negli eterni ghiacci del Circolo […]

Sylvia Beach and Co. : una vita da libraia da Shakespeare and Company

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Critica, Letteratura

“Fitting people with books is about as difficult as fitting them with shoes” Editrice, libraia, lettrice, ferma sostenitrice dei giovani scrittori modernisti: Miss Sylvia Beach è una delle figure essenziali del panorama letterario parigino dell’inizio del XX secolo. Nata negli Stati Uniti alla fine dell’Ottocento, Sylvia Beach si trasferì poi in Francia, dove si interessò allo […]